Psicomotricità

Psicomotricità


Psicomotricità img

La psicomotricità considera la persona nella sua globalità psico-fisica ed il suo obiettivo è quello di aiutarla a raggiungere un’integrazione tra le sue numerose componenti, prevenendo l’instaurarsi di gravi disarmonie, favorendo la ricerca di meccanismi funzionali e agevolando l’apertura alla comunicazione ed al pensiero simbolico. La psicomotricità relazionale ritiene che il soggetto, attraverso il corpo e le sue funzioni tonico-emozionali, attiva tutti i processi cognitivi, affettivi e relazionali, sviluppando così un percorso di crescita e di sviluppo del sé. Si basa sull'uso del gioco spontaneo in situazioni di ‘contenimento emotivo’, di organizzazione degli spazi e dei tempi, di osservanza di alcune regole, di scelta e organizzazione dei materiali, di uso del materiale come mediatore nell'evoluzione delle problematiche. Lo psicomotricista si pone come facilitatore, contenitore, mediatore.